Italian Diabetes Monitor December 2016 - N° 5

DiabetesMonitorShort n5 1Il report illustra sinteticamente i dati della terza edizione del Diabetes Web Observatory.
La survey è promossa dal Medicine Web Observatory.

Cybercondria e cybernauti: la salute al tempo di internet

Prefazione

L’analisi dell’utilizzo di internet sui temi inerenti la salute è un tema ampiamente dibattuto.
Gli italiani consultano Internet per cercare informazioni sulla salute e questo è un dato acquisito ormai, come anche l’abitudine degli healthnauti, in circa la metà dei casi, a ridiscutere le informazioni ottenute con il proprio medico curante. Le indagini e le analisi hanno avuto sicuramente il merito di sensibilizzare gli stakeholder sui possibili rischi che possono derivare da un utilizzo acritico della rete ma anche quello di fare emergere come un nuovo modello di salute ‘peer to peer’ si stia progressivamente imponendo.

Italian Diabetes Monitor - June 2016 - N° 3

Diabetes Monitor short low1 1Italian Diabetes Monitor mette a disposizione del lettore attraverso revisioni sistematiche della letteratura, specifiche analisi scientifiche e lo stato dell’arte sugli aspetti clinici, politici, sociali ed economici del diabete e dell’obesità.

Dati preliminari sulla percezione del diabete tra social e realtà

Prefazione

Il Diabetes monitor è un’indagine che coinvolge un campione rappresentativo della popolazione italiana con diabete con l’obiettivo di analizzare le modalità di gestione della malattia, dell’autocontrollo e del trattamento farmacologico specifico.
La raccolta dei dati, attraverso interviste dirette, rende questa indagine un interessante osservatorio per fotografare e analizzare nel tempo il vissuto della persona con diabete. Il valore di questa ricerca annuale, iniziata nel 2010, consiste proprio nella possibilità che offre di riflettere sul vissuto “raccontato” direttamente da chi convive ogni giorno con la patologia e, pur non avendo un carattere di tipo epidemiologico, si presta ad affiancarsi ad altre tipologie di indagine e studi perché restituisce una chiave di lettura di molti comportamenti
adottati dal paziente.

Italian Barometer Diabetes Report 2015

Report2015aprile2016 1Italian Barometer Diabetes Report 2015, dal titolo “Il management dell’obesità e del diabete di tipo 2: le sfide da vincere”, è un documento pubblicato annualmente con l’obiettivo di attivare il confronto e le riflessioni istituzionali sui grandi temi che riguardano il diabete e l’obesità nel nostro Paese, sulle grandi sfide che queste patologie comportano in termini di sostenibilità e accesso alle cure.
Il rapporto 2015, come specificato dal suo curatore, Domenico Cucinotta, Past President dell’Associazione medici diabetologi e professore di medicina interna all’Università di Messina, si propone di esaminare, grazie al contributo di personalità istituzionali e di qualificati esperti del settore, la questione “obesità” nelle sue mille sfaccettature - epidemiologiche, cliniche, sociali - nella convinzione che la stretta sinergia tra autorità regolatorie e mondo della ricerca e della clinica sia un requisito indispensabile per attuare un efficace intervento di prevenzione dell’obesità e del diabete mellito, necessario per arginare il fenomeno.

Alla base del problema sta, infatti, paradossalmente, il progredire tecnologico e sociale dell’Umanità: i cambiamenti di stile di vita, la modernizzazione.

Diabetes Monitor

diabetes monitor 1 2016

Il diabete una pandemia che avanza

Il diabete è un problema crescente una pandemia silente su scala globale che porterà presto i sistemi sanitari a doversi . Con l’allungamento della vita e il cambiamento degli stili di vita, siamo assistendo ad un rapido incremento della prevalenza. Il Facts and Figures analizza in modo analitico con l’uso di infografiche, immagini l’impatto del diabete dando una visione mondiale europea e in fine si sofferma sulla panoramica italiana.

Gli autori Antonio Nicolucci e Chiara Rossi del CORESEARCH - Center for outcomes research and clinical epidemiology – forniscono un chiaro scenario soffermandosi non solo sui dati epidemiologici ma fornendo dati sull’implementazione delle politiche di prevenzione, dell’educazione all’autogestione e al supporto del paziente diabetico.

Diabetes Web Observatory

AbstractDiabetesWebReport2015 1Internet di gran lunga prima del medico di famiglia tra le fonti di informazione utilizzate dalle persone con diabete. Il 21% dichiara infatti di rivolgersi principalmente a “Dott. Google” per avere chiarimenti sulla propria malattia e solo il 9% chiede al proprio medico di medicina generale. Al primo posto rimane comunque lo specialista, il diabetologo, per il 61% delle persone con diabete. È lo stesso medico a dichiarare che durante la visita capita che 1 persona con diabete su 6 riporti le informazioni cercate e ottenute tramite internet.
Questi alcuni dei dati emersi dal Diabetes Web Report 2015 realizzato dal Diabetes Web Observatory Group, in collaborazione con Dipartimento di Medicina dei Servizi dell’Università di Roma Tor Vergata, Italian Barometer Diabetes Observatory IBDO Foundation, Medi-Pragma con il patrocinio di Ministero della Salute, Ministero dello Sviluppo Economico, Istituto Superiore di Sanità con il contributo non condizionato di Novo Nordisk e di Fiuggi.
Lo scopo dell’indagine è quello di osservare, analizzare e studiare i comportamenti delle persone in rete in tema di salute, in particolare di coloro che hanno il diabete, dei medici e non solo, e comprendere il social web sentiment relativo alla malattia ossia misurare il polso delle persone con diabete che navigano la rete e i social network.

Italian Health Policy Brief

Italian Health Policy Brief, offre puntuali istantanee sulle dinamiche economiche del sistema sanitario nazionale e regionale. Rappresenta un punto di riferimento in tema di sostenibilità del sistema, attraverso contributi originali e punti di vista di Istituzionali e scientifici.

EASO 2015 Milan Declaration Un documento sulla lotta all’obesità presentato a EXPO 2015

04 Speciale 2015 Web easoautori:
Paolo Sbraccia, Presidente Società Italiana dell’Obesità

Michele Carruba, Direttore Centro Studi e Ricerca sull’Obesità dell’Università di Milano

Nota Itroduttiva

Sebbene l’obesità sia stata introdotta solo nel 1950 nella classificazione internazionale delle malattie (attualmente codice ICD-10 E66), la patologia aveva già raggiunto proporzioni epidemiche prima della fine del secolo, divenendo una delle principali cause di morte e disabilità in tutto il mondo. Nel 2008, 1,5 miliardi di adulti (individui al di sopra dei 20 anni) erano in sovrappeso e si stimava che 500 milioni di adulti in tutto il mondo fossero obesi (oltre 200 milioni di uomini e quasi 300 milioni di donne).

LEGGI TUTTO

Partners

About Us

Italian Barometer diabetes Observatory Foundation nasce come modello di moderno Think Tank sul diabete.
Nella certezza che oggi questa patologia debba essere affrontata attraverso un confronto continuo sulle tematiche cliniche, sociali, economiche e politico sanitarie.

Area riservata soci

Contatti

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Via R. Venuti 73 – 00162 Roma

Tel. 0697605627 – fax 0697605650

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.